COME SCEGLIERE IL KITESURF 

 

 

 

 

 

 

 

La marca Decathlon per gli sport acquatici vi propone i consigli utili per la vostra pratica sportiva. 

Il kitesurf è uno sport da trazione, che utilizza la forza di un aquilone (specifico) che permette di sfruttare la velocità del vento per planare sull’acqua. Oltre a questa breve e semplice spiegazione, il kitesurf è uno sport dinamico, esplosivo, veloce, adrenalinico e soprattutto molto particolare; utilizzo quest’ultimo aggettivo perché questo sport porta una forte dipendenza sia per la pratica, che per la continua ricerca della condizione meteo. Ed è infatti proprio questo che rende tale sport uno stile di vita. I praticanti sono alla continua ricerca della condizione perfetta, e questo li porterà a viaggiare, scoprire altri mari e altri paesi, dove le diverse condizioni potranno regalare all’utilizzatore nuove emozioni, nuove manovre e nuovi orizzonti!

KITESURF WAVE O FREESTYLE?

Inoltre il kitesurf si divide in 2 grandi categorie:

Il kitesurf wave, ovvero il kitesurf da onda, si pratica con una tavola da surf, chiamata surfino, una tavola direzionale apparentemente uguale ad una short board da surf.

Il kitesurf freestyle ha come fine quello di chiudere dei trick sia in planata che in volo; per questa disciplina si utilizza una tavola bidirezionale, apparentemente molto simile ad un wakeboard. Questa pratica anche se non finalizzata ai trick è quella ideale per l’approccio al kitesurf.

  COME SCEGLIERE L’IMBRAGO

L’imbrago del kitesurf è molto simile a quello del windsurf è una cintura che si posiziona sul basso ventre per collegare la vela e quindi i cavi che la mantengono al corpo dello sportivo.

Inizialmente si potrebbe optare per un trapezio (nome tecnico dell’imbrago) a seggiolino, cioè un trapezio che si infila come uno slip; questo perché, nella scoperta di questa pratica, il trapezio a seggiolino può dare più sostegno in fase di partenza, quindi la trazione non è solo sulla schiena, ma da sotto il sedere.

Poi per la pratica del kitesurf sarebbe ottimale la scelta di un trapezio il più rigido possibile, perché un trapezio troppo morbido potrebbe portare ad una eccessiva pressione alle costole, anzi un trapezio molto rigido ha la capacità di rimanere il più possibile fermo nella sua posizione, senza salire troppo!

COME SCEGLIERE L’AQUILONE DA KITESURF

La scelta dell’aquilone è un tema molto delicato; innanzitutto la vela deve essere scelta in base alle condizioni climatiche del posto in cui si esce più frequentemente.

In linea di massima per un principiante si potrebbe utilizzare una vela abbastanza grande, in modo da poter fare le prime planate con vento non troppo forte, perché con il vento forte si utilizzano vele più piccole e di conseguenza molto più veloci.

Quindi consiglio l’acquisto di una vela 12 metri quadri per un neofita che abita in posti dove l’ingresso del vento è molto raro e non troppo forte, quindi da poter usare dai 13 ai 18 knt. Se si abita invece in posti in cui il vento è generalmente più sostenuto si può optare per una vela 9 o 10 metri quadri, da utilizzare con venti dai 16 ai 24 knt; è molto sconsigliato provare le prime planate con venti superiori ai 22 knt, il limite di errore si abbassa in funzione dell’aumento del vento.

Ovviamente ha grande importanza la scelta della forma dell’aquilone; infatti per iniziare è consigliabile scegliere una forma più aperta, perchè questa tipologia di aquilone gode di un ottima polivalenza, un ottimo margine di errore ed una grande facilità nel rilancio quando cade in acqua.
Differenti invece le caratteristiche del c-kite che ha una forma più chiusa che ricorda quindi la lettera C,
Questo aquilone può vantare un ottimo tiro dell’aquilone ed un’ottima rotazione su stesso (kite-loop), di contro però è molto più difficile da rilanciare ed essendo un aquilone più tecnico ha bisogno di un utilizzatore più esperto! Per la scelta della tavola è consigliabile utilizzare una tavola grossa, rigida e non troppo rockerata (curva) per le prime planate e boline. 

E’ inoltre importantissimo ricordare a chiunque si avvicini a questo sport che questa è una disciplina sicura solo se fatta con consapevolezza, quindi è importantissimo fare un corso di formazione perché come sport è molto sicuro, soprattutto grazie a tutti i nuovi sistemi di sicurezza installati sui nuovi modelli, ma un uso improprio di queste attrezzature può essere pericolosissimo per se stessi e per gli altri!!

         

Pierluigi Di Somma

Appassionato di kitesurf 

Venditore Decathlon Montecorvino Pugliano

INIZIO PAGINA