MTB 27.5 o 29 pollici?

di Enrico Poggio

Anche se ormai se ne discute da quasi un decennio, la domanda rimane sempre attuale: per quel che ne faccio io, meglio una 27,5 o una 29 pollici?

Proviamo a rispolverare un po' l'antica questione, analizzando i vantaggi e gli svantaggi offerti da questi due formati di ruote secondo il nostro esperto Enrico Poggio.

 

Da quando si ha memoria il formato delle ruote grasse (mountainbike) è sempre stato 26 pollici, ma quando Nino Shurter nel 2012 ha vinto la coppa del mondo Xc in sella ad una 27.5 tutto è cambiato, biker e case costruttrici hanno cominciato a ricercare telai da 27.5. 

I due nuovi formati di ruote che ormai hanno soppiantato le 26” (tanto da farle cancellare dalla produzione) sono 27.5 e 29 pollici, entrambi con sostanziali differenze e per utilizzi diversi.

Scendiamo nel dettaglio per analizzarli meglio.

Ruote 27.5 pollici

Partiamo dunque dalle 27.5”. A seconda del tipo di attività che si fa in sella, sono il miglior compromesso tra 26″ e 29″.

Essendo una via di mezzo come si può immaginare sono più reattive di una 29″ e più stabili di una 26″ sia sullo sconnesso che sulla velocità. Inoltre in salita hanno più aderenza di una 26″ e questo permette di non sprecare energia in pedalate a vuoto.

Per quanto riguarda poi il comfort e comodità, fattori da non sottovalutare in un giro lungo, avendo il cerchio con un diametro più grande, i raggi sono più lunghi e questo permette di assorbire meglio le vibrazioni dovute alle asperità del terreno.

Per questi motivi le 27.5 avevano conquistato l’intero mercato spaziando dall’utilizzo nel crosscountry all’enduro.

Mercato che però sono riuscite a tenere per pochi anni cedendolo in maniera quasi definitiva alle 29”.

oi

Ruote 29 pollici

Le nuove bici con ruote da 29” hanno raggiunto un consenso e una tecnicità tale che ormai hanno preso campo anche nelle competizioni di Dh.

Le prime 29” invece avevano geometrie poco studiate e i componenti erano ancora limitati e questo ne restringeva l’utilizzo al solo campo del Xc.

Ma fortunatamente con il passare degli anni le cose sono cambiate, la tecnicità delle geometrie è aumentata ed i componenti hanno seguito di pari passo l’evoluzione di queste bici per adattarsi ai diversi utilizzi.

 

Cos’ha da offrire quindi una 29?

Il primo vantaggio è la facilità con cui si possono superare gli ostacoli, con una ruota più grande si riduce l’angolo di attacco rispetto ad un ostacolo quindi la ruota avanza con più facilità. Un altro è quello della velocità/scorrevolezza, a parità di pedalata una ruota più grossa fa ovviamente più strada, quindi ha uno sviluppo metrico maggiore.

Non è finita qui, ovviamente è maggiore anche la messa a terra quindi in curva ed in frenata si ha più aderenza.

Ultimo vantaggio, è la stabilità maggiore. Il baricentro è più alto e quindi si alza anche il punto di ribaltamento in avanti.

 

w

Ma quindi è meglio una 27.5 o una 29?

Non esiste una risposta definitiva, ma una cosa è certa, più gli anni passano e più la ricerca ci spinge verso nuovi orizzonti e chi lo sa, forse verso altri formati di ruote!

 

+

Enrico POGGIO

Sport Leader Decathlon Genova Campi

AMBASCIATORE ROCKRIDER ITALIA

Scopri gli altri consigli

Consigli
Meritato riposo non significa inattività totale, perché il periodo tra due stagioni è il momento che pone le basi per l'anno a venire. Sfrutta al meglio questo periodo per prepararti!
Consigli
Ci sono moltissimi sport da poter praticare, ma la pratica MTB rappresenta uno sport particolarmente interessante e vantaggioso per la tua salute. Scopri perché ...
Consigli
Uscite mal preparate o mal organizzate, una bici inadatta o in cattive condizioni e tutto può trasformarsi in una brutta e noiosa uscita. Ecco alcuni suggerimenti per affrontare al meglio un'escursione in mountain bike ...
Consigli
I pedali a sgancio rapido da MTB sono molto più semplici dei pedali automatici disegnati per la bici da corsa. Perchè ? Come sceglierli ? Scopri i nostri consigli !
INIZIO PAGINA