CON CHE FREQUENZA FARE SPORT ALL’INIZIO?

Quando si inizia a fare sport, ci si pone in genere moltissime domande: verso quale attività orientarsi? Dove e come praticarlo? 20 minuti di jogging equivalgono a un quadratino di cioccolato?*… Ma anche: quanto spesso? Quanto tempo deve durare idealmente un allenamento e bisogna allenarsi tutti i giorni? In realtà, dipenderà tutto dagli obiettivi stabiliti. Ti aiutiamo a vederci più chiaro.

*La risposta è no**.

** Spiacente.

CON CHE FREQUENZA FARE SPORT ALL’INIZIO? | DECATHLON

OGNI QUANTO FARE SPORT PER TONIFICARE O RAFFORZARE I MUSCOLI?

Ammettiamolo: l’idea di essere un po’ più tonici/muscolosi non ci dispiace. Per fortuna, non serve seguire alla lettera l’allenamento di un culturista russo per raggiungere l’obiettivo. E assumere un barattolino di proteine al giorno non servirà a nulla. Ma con un po’ di tempo e di fatica... dovresti poter percepire dei cambiamenti. Per questo, il metodo migliore rimane quello di fare body-building.

Un programma di body-building è generalmente composto da 3 allenamenti, della durata media di un’ora, in cui è possibile far lavorare tutti i grandi gruppi muscolari del corpo (gambe, braccia, pettorali, dorsali), per una crescita armoniosa e ottimale. È noto che bisogna lasciare almeno 24 ore di riposo tra due allenamenti per permettere alle fibre muscolari di ricostruirsi, e quindi evitare infortuni.

A ogni modo, è assolutamente possibile ridurre la durata a 30 minuti al giorno. In questo caso, 5 allenamenti non saranno troppi per ottenere qualche risultato.

Se il tuo solo obiettivo è di avere una buona forma e restare in salute, due volte a settimana possono essere sufficienti. Queste due ore settimanali permetteranno di migliorare la postura tonificando i muscoli.

CON CHE FREQUENZA FARE SPORT ALL’INIZIO? | DECATHLON

OGNI QUANTO FARE SPORT PER PERDERE PESO?

È una delle principali motivazioni di numerosi sportivi principianti: dimagrire!

In giro, si leggono informazioni abbastanza contraddittorie su quanto spesso allenarsi per perdere peso. Nel running, per esempio, bisogna correre almeno 45 minuti prima di attingere alla riserva dei grassi. In realtà, il corpo brucerà grassi a partire dai primi minuti di corsa. Più lungo sarà l’allenamento, più lo sforzo sarà efficace. Per accelerare il processo, è altrettanto raccomandato variare il ritmo (eseguendo un lavoro frazionato, ossia alternando la corsa veloce alla corsa lenta).

Nel complesso, la chiave di riuscita sarà la regolarità. Non si tratterà, quindi, di fare un unico allenamento intenso di due ore a settimana, ma di sollecitare più il corpo per il resto del tempo. Dopo tutto, fare sport, passa anche dal preferire le scale all’ascensore, la bici all’auto, l’escursione a una bella mangiata (anche se sappiamo tutti, in realtà, che non c’è da scegliere: una bella mangiata è la ricompensa post-escursione). L’O.M.S. (Organizzazione Mondiale della Sanità) si è espressa a riguardo in modo formale: l’attività fisica inizia nel momento in cui il fisico è in movimento.

È importante ricordarsi di inserire dei giorni di riposo durante la settimana sportiva: il fisico ha bisogno di tempo per riprendersi dallo sforzo. Sarebbe, quindi, controproducente fare sport tutti i giorni, con il rischio di farsi male.

CON CHE FREQUENZA FARE SPORT ALL’INIZIO? | DECATHLON

Guillaume

Tennis, running, body-building, ciclismo, padel, yoga e altro ancora: sono un tuttofare dello sport fin dalla più tenera età, e non è ancora ora di smettere!

ALTRI CONSIGLI CHE POSSONO INTERESSARTI