I BENEFICI DELL'ORIENTEERING

Correre con la testa, cosa ne dici? Per il corpo come per lo spirito, scopri i benefici dell'orienteering.

Benefici orienteering

Spesso quando si parla di orienteering si sente dire che è uno sport che unisce la testa e le gambe. Per assicurarcene, abbiamo discusso dei benefici della “CO” (Corsa d’Orientamento) con Maxime, Leader Comunicazione di Geonaute appassionato praticante di orienteering da oltre 10 anni.

Quindi, parlando di corpo, di cervello, di aspetto mentale e sociale, ti presentiamo i vantaggi di uno sport che non si limita a sviluppare solo il senso dell'orientamento!

Benefici orienteering

Con l'orienteering migliori il tuo fisico seguendo il tuo ritmo!

Partiamo presentandoti i benefici dell'orienteering con una scelta logica (che calza a pennello per uno sport del genere): l'orienteering fa bene al corpo.

Ma quello che è interessante di questa informazione ,non necessariamente sorprendente, è che puoi scegliere la modalità di corsa che preferisci:

 

“Quando si parla di orienteering si tende a pensare alla versione a piedi, che attualmente è la più praticata, ma dobbiamo sapere che questa disciplina esiste anche in diverse forme, come in MTB, sugli sci, in kayak, a cavallo…”

 

Ed è anche un buon modo per iniziare secondo il proprio ritmo ed il proprio livello, dal walking fino alle versioni più intense come nei raid orientamento. Inoltre molte competizioni propongono un formato "Scoperta".

 

E per il fisico? L'intensità varia a seconda del tuo livello e del tipo di prova a cui partecipi, ma ci sono alcuni punti in comune a tutte le corse: migliori la resistenza, le capacità cardiache e polmonari e sviluppi la muscolatura. E, dato che corri all'aperto su terreni misti (in città, nei boschi, in campagna...), migliori molto anche la propriocezione!

 

Correre per riflettere meglio e riflettere per correre meglio!

Ovviamente, il punto focale dell'orienteering sta nell'usare anche la testa. Per orientarti con una bussola e una cartina, solleciti le tue capacità di riflessione, di deduzione, di logica e, soprattutto... il tuo senso dell'orientamento. Anche in questo caso, logico…

 

“Prima mi piaceva già correre, ma l'orienteering mi ha permesso di entrare in una dimensione diversa della corsa. Correre con la testa è davvero divertente. Oltre al rapporto con la natura, c'è una vera e propria sfida: è un rompicapo da risolvere continuamente, ci sono scelte di percorsi da fare per perdere meno tempo possibile da una lanterna all'altra. Il percorso più diretto non è necessariamente il più veloce, a volte si devono fare delle deviazioni per evitare una zona di vegetazione densa, un dislivello, un ruscello, ecc...”

 

L'orienteering è anche un modo per progredire e superare sé stessi senza rendersene conto. Contrariamente al running, in cui a volte si può avere la sensazione di vedere i chilometri che si accumulano, la ricchezza del percorso ed il lavoro di riflessione nell'orienteering ti fanno dimenticare che stai correndo!

 

“Anche se il praticante continua a correre, l'aspetto ludico dell'orienteering può fargli perdere completamente la nozione del tempo di attività. Anche i principianti spesso rimangono sorpresi dal numero di Km che hanno potuto percorrere su un percorso, spesso al di là di quanto potessero pensare. Quindi l'orienteering è un buon modo per iniziare a fare sport “senza quasi rendersene conto”.”

Benefici orienteering
Benefici orienteering

Approfitta di incontri a tutti gli azimut!

I benefici dell'orienteering per la testa non si fermano alle capacità intellettive. Imparare a leggere una cartina, orientarsi con la bussola e trovare il percorso migliore sono ottimi per aumentare la fiducia in sé stessi. Inoltre, la sensazione di emozione e di motivazione quando si trova una lanterna diventa velocemente uno dei motori delle corse.

 

E per il benessere, l'orienteering ha molto da offrire anche in termini di incontri e di socializzazione:

 

“In un'associazione o tra amici, è anche un'occasione per trascorrere dei weekend o delle settimane di disconnessione. D'altronde spesso non c'è altra scelta, dato che ci si ritrova in luoghi senza nessuna copertura di rete. In questo caso non puoi fare altro che avvicinarti alla natura e alle persone che ti circondano, chiacchierare, condividere dei bei momenti. Tanto più che molto spesso queste condivisioni sono inter-generazionali, ad esempio nella mia associazione ci sono membri che vanno da 7 a più di 80 anni. Un vero ritorno alle origini che fa incredibilmente bene.”

BERANGERE HA PROVATO L'ORIENTEERING

L'orienteering ti porta a galla dei brutti ricordi degli anni del liceo in cui eri sotto continua valutazione? Anche a Bérangère. Ma ha deciso di riprovare, qualche anno dopo, per testare per voi l'orienteering e tutti i sui fantastici vantaggi. 

consigli-bérangère-ha-provato-l'orienteering

Sviluppa molto di più del senso dell'orientamento!

Il tuo senso dell'orientamento migliora notevolmente col passare delle corse e degli allenamenti, ma non è l'unico a venire sollecitato! La vista per capire dove ti trovi e cercare le lanterne, l’olfatto quando scopri i diversi profumi degli alberi e del sottobosco che stai esplorando, stimoli tutti i sensi in ambienti sempre diversi a seconda delle gare. Inoltre sempre più associazioni propongono anche delle corse in contesti urbani.

Quindi l'orienteering è il piacere delle scoperta, in costante rinnovamento:

 

“È questo che è incredibile, si può viaggiare facilmente e scoprire nuovi luoghi! E anche se pratichi con una cartina che conosci, non passerai mai due volte dallo stesso punto, perché natura cambia, proprio come cambiano i tracciati dei percorsi.”

Benefici orienteering
Benefici orienteering

Scopri molto di più delle cartine e delle lanterne!

Proprio il viaggio è un altro dei grandi vantaggi dell'orienteering. Se hai voglia di goderti il paesaggio prima, durante e dopo le corse, l'orienteering è un incredibile invito al viaggio e alla scoperta:

 

“Ormai sono più di 10 anni che ho la fortuna di viaggiare e di scoprire luoghi magnifici grazie all'orienteering. Che sia nei numerosi boschi e paeselli che costellano la Francia oppure all'estero per gli eventi organizzati, di solito per una settimana in estate o nei weekend lunghi. Per esempio, ho avuto la fortuna di correre sull'isola di Krk in Croazia, nei magnifici boschi sloveni, tra i canali di Venezia e lungo le paludi e le lastre rocciose della Svezia, la Mecca dell'orienteering per qualunque praticante.”

~ 

Viaggiare per fare sport, usando la testa e scoprendo tante cose belle, non è un sogno?

Per stimolare i neuroni mentre corri e per arricchire il tuo diario di viaggio oltre che il tuo fisico, non c'è niente di meglio dell'orienteering! E tu, quali vantaggi riesci a trarre da questo sport? Condividi con noi i tuoi consigli e la tua esperienza!

 

 

I benefici dell'orienteering

MERWEN

Redattore equipe DECATHLON

PATITO DEI PLAYGROUND, APPASSIONATO DEI PARQUET E DEI BACINI D'ACQUA E GRANDE AMANTE DELLO SPORT IN GENERALE.