Dai 6 anni, insegnagli ad andare in bicicletta in città

E se sostituissi i viaggi in auto con dei momenti divertenti in famiglia? Il tuo bambino padroneggia la sua bicicletta. Forse è il momento di insegnarle a muoversi in città;-)

apprendre-enfant-a-faire-du-velo-en-ville

Muoversi è molto più bello in bicicletta. Soprattutto con i bambini. E questo alcuni genitori l'hanno capito. Tra questi c'è Wim, product manager di BTWIN, ma, soprattutto, appassionato di bicicletta. Questa passione, Wim l'ha trasmessa ai suoi figli che porta regolarmente sulle piste ciclabili. L'abbiamo incontrato per condividere con noi i suoi consigli su come insegnare a suo figlio ad andare in bicicletta in città.

In generale, si consiglia di iniziare a pedalare sulle piste ciclabili quando il bambino ha circa 6 anni. quando pensi che sia il momento giusto per prendere in considerazione un viaggio in città con suo figlio?

La cosa più importante, prima di iniziare un bambino nel traffico urbano, è che ha una perfetta padronanza della bicicletta. Deve essere, ad esempio, in grado di fare uno stop imprevisto, girare o evitare gli ostacoli. Si impara facilmente, in un parco o in un parcheggio. Spetta soprattutto ai genitori giudicare quando il bambino ha la maturità necessaria per ascoltare. Bisogna trovare il giusto equilibrio tra questa maturità e il perfetto controllo della propria bicicletta. È anche molto importante che il genitore sia sicuro di sé sulla sua bicicletta.

Per quanto riguarda il codice della strada, all'inizio, con i più piccoli, è l'adulto a guidare. Perché può essere un po' complicato spiegare a un bambino piccolo le regole di sicurezza. Se si tratta di un bambino più grande, si può, naturalmente, responsabilizzarlo più facilmente.

Ovviamente, i bambini guidano più lentamente. Prendiamo, quindi, in considerazione che si stancano più facilmente. E preferiamo viaggi brevi. Tuttavia, ci sono ancora molte possibilità: andare a scuola o allo sport, fare piccole commissioni, visitare gli amici, ecc

Quali sono i tuoi consigli per rassicurare un bambino un po' spaventato dall'ambiente urbano?

Si può trasportare in un marsupio, per familiarizzarlo con i rumori della città. O rotolare sul marciapiede. È permesso fino agli 8 anni del bambino. Ma, è meglio andare sulla pista ciclabile, perché non si incontrano pedoni. Se non c'è, ovviamente, restiamo sul marciapiede.

Se il bambino è timoroso, andiamo passo dopo passo. Si può, ad esempio, trainare la bicicletta, con un sistema che gli permette di pedalare, ma che assicura il tragitto perché il bambino non è padrone della sua bicicletta. Gli impedisce di mettersi in pericolo, e questo può rassicurarlo.

Ma in generale, ciò che dobbiamo ricordare è che i bambini non hanno paura. Siamo noi che proiettiamo le nostre paure su di loro.

Dès 6 ans, apprenez-lui à faire du vélo en ville

Una buona attrezzatura è la base. è sicura e rassicurante. quale attrezzatura si deve prevedere per guidare in città con i suoi figli?

Il minimo è una bicicletta da città, adatta a pedalare in qualsiasi condizione atmosferica. Giorno e notte, quando è più buio. Una bicicletta della misura giusta per il bambino è altrettanto importante, sia per la manovrabilità che per la sicurezza.

Un buon equipaggiamento implica soprattutto una buona illuminazione. La visibilità è molto importante. Indispensabili per assicurare il bambino sono il casco e il giubbotto di visibilità. Si può anche prevedere un sistema per trasportare il materiale di tutti i giorni. Ad esempio, un portapacchi, per evitare che il bambino porti la cartella sulla schiena.

Una bandiera, per riportare in alto il punto di visibilità del bambino, o un distanziatore di pericolo, non è obbligatorio, ma utile e sicuro.

Ma la cosa principale è dare il buon esempio al proprio figlio. E a se stessi per equipaggiarsi e rispettare le regole di sicurezza.

Dès 6 ans, apprenez-lui à faire du vélo en ville

Quali sono le principali regole di sicurezza? come le spieghiamo a un bambino, per responsabilizzarlo senza spaventarlo?

In termini di sicurezza, ci sono due regole d'oro. La prima: in caso di dubbio, si frena. Il secondo è semplicemente di essere vigili e di rispettare i fuochi e le fermate. Perché è lì che diventa pericoloso se non si presta attenzione.

Devono imparare a concentrarsi sul traffico, ma per loro diventa rapidamente un gioco.

Per insegnare loro il codice della strada, si privilegia un apprendimento in situazione. Perché è difficile per un bambino proiettarsi o ricordare le regole se non capisce come e perché deve applicarle. Un bambino memorizza meglio ciò che vive in una situazione. Ovviamente, è anche molto importante spiegargli perché gli viene chiesto di agire in questo modo, e quali potrebbero essere le conseguenze di una mancanza di vigilanza da parte sua. È importante responsabilizzarlo, senza spaventarlo.

Puoi darci alcuni esempi di piccoli esercizi, o piccoli giochi, da fare con il bambino per prepararlo a guidare in città?

Prima di prendere la bicicletta per fare il viaggio, per esempio per andare a scuola, si può fare un riconoscimento del percorso. Prima da solo, poi con il bambino, la domenica per esempio. Si favorisce un momento tranquillo, con poco traffico, per familiarizzare il bambino con il viaggio. Permette anche di osservarlo e di vedere quali sono le sue reazioni. E soprattutto, se comprende bene le regole di sicurezza.

Per aiutarlo a muoversi tenendo conto degli ostacoli, possiamo portarlo in un parco, e insegnargli a rotolare tra gli alberi. Si possono anche allestire mini percorsi, più o meno complessi, con piccoli coni o oggetti. L'idea è che impari a muoversi con la bicicletta, senza colpire gli oggetti circostanti.

Possiamo lasciarlo guidare in ambienti dove ci sono altri bambini. Per esempio, se prendo l'esempio del Belgio, i bambini possono andare in bicicletta nella scuola mentre gli altri giocano. Così imparano ad essere vigili.

Un altro buon esercizio è stimare il tempo che impiega a frenare quando lo si invita a farlo, e la distanza di cui ha bisogno. Si ferma rapidamente o ha bisogno di un po' di tempo per frenare. L'importante è che abbia le regole di sicurezza.

Infine, l'importante per imparare ad andare in bicicletta, in città, a tuo figlio, è di dedicargli un tempo tutto suo. Senza fratelli o sorelle, in bicicletta o sul seggiolino. Questo permette al genitore di essere meno stressato perché ha solo un figlio da gestire, e lascia al bambino il tempo di afferrare la sua bici e il viaggio.

Ecco, sapete tutto. Ora tocca a voi.

Se pratichi già regolarmente la bicicletta con i tuoi bambini, non esitare a condividere la tua esperienza. E se non hai ancora superato la rotta, dicci quali sono le tue paure, o cosa ti impedisce di iniziare.

Thomas-chef-de-produit-btwin

Thomas

Capo prodotto bici bambino 6-12 anni

 B'TWIN

Altri consigli? guarda qua sotto!