RUNNING E GRAVIDANZA

Running e gravidanza: un’eresia? Per nulla. A un ritmo moderato, è ancora possibile andare a correre quando si è in dolce attesa. Scopri fino a che mese puoi fare running e quali sono i benefici che ne puoi trarre.

L’impressione iniziale è che running e gravidanza non abbiano granché in comune. Eppure, alcune future mamme continuano a correre nei primi mesi di gravidanza traendone numerosi benefici. Ma fino a quale mese è possibile correre e come riprendere dopo l’arrivo del bebè?

 

Ascolta il corpo, tocca la pancia

Devi sapere che quando si parla di pratica sportiva, soprattutto di running, ogni gravidanza sarà diversa. Alcune donne smetteranno di fare sport non appena avranno la conferma di essere in dolce attesa, altre invece continueranno. “L’importante è ascoltare il corpo, sentire le contrazioni e l’eventuale irrigidimento della parte inferiore del ventre in caso di attività”, precisa Ludivine Boca, ostetrica. “All’inizio della gravidanza, non ci sono comunque controindicazioni”.

 

Fino al quarto mese circa...  

Nei primi mesi di gravidanza, la futura mamma può continuare a correre, con moderazione, se non conosce riscontra complicazioni o difficoltà e se è già abituata a farlo. Personalmente, nei primi tre mesi di gravidanza, mi sono dedicata alla camminata; il senso di nausea mi impediva, infatti, di attivarmi oltre misura. “In generale, se tutto procede nel modo giusto, le future mamme possono continuare a correre in media fino al quarto mese. Ogni donna è comunque diversa dalle altre”.

Benessere e non performance!  

La corsa, in questo caso, deve essere percepita come fonte di benessere. È l’occasione per staccarsi dall’app e gustarsi l’uscita, come una passeggiata a ritmo sostenuto. Dovrai sicuramente abbassare il ritmo e i tempi di corsa per sfruttare al massimo i benefici offerti da questa attività fisica, senza stancarti oltre misura. Non dimenticare che ormai siete (almeno) in due e dovrai tenerne conto prima di un’uscita all’aria aperta con le scarpe da ginnastica ai piedi!

 

Ripresa graduale  

Dopo l’arrivo del bambino, la pazienza sarà la tua migliore alleata per riprendere gradualmente a correre. Non trascurare la rieducazione perineale e gli altri esercizi (addominali ipopressivi, per esempio): saranno i primi passi verso la ripresa dell’attività fisica. Un buon modo per ricominciare a correre può essere di alternare la semplice camminata, alla camminata sportiva e al running. “La ripresa, più sarà graduale, migliore sarà – indica Caroline Bonnière, osteopata –. In genere, le runner riprendono intorno al quarto mese dopo il parto, ma non tutte allo stesso ritmo”.

Dopo una pausa di più mesi, la mia prima corsa è stata misera, posso garantirlo. Ma il corpo ha buona memoria però: con la giusta motivazione e una progressione graduale, potrai riuscirci!

 

E TU, HAI CONTINUATO A CORRERE NEI PRIMI MESI DI GRAVIDANZA?

COME HAI GESTITO IL RITORNO AL RUNNING DOPO L’ARRIVO DEL BEBÈ?

ASPETTIAMO I TUOI RACCONTI!

SCOPRI GLI ALTRI CONSIGLI

Consigli
Se è perfettamente possibile continuare a praticare un'attività fisica in gravidanza, occorre pero' evitare i movimenti bruschi e gli sport suscettibili di avere degli shock. Il nuoto è lo sport che più si presta ad essere praticato durante la gravidanza.
Consigli
Fare sport insieme al tuo bebè, ci avevi mai pensato? Ti proponiamo qualche idea per condividere momenti di complicità genitore-figlio, approfittando dei benefici dello sport!
Consigli
Durante la gravidanza, fare sport fa bene. Praticarlo con una intensità moderata e adattando la disciplina sportiva praticata è consigliato a tutte le donne in dolce attesa.
INIZIO PAGINA