COME PROTEGGERSI DAL PRIMO CALDO!

 

 

 I corridori principianti o più esperti devono adottare alcuni provvedimenti indispensabili per evitare il contatto diretto dei raggi del sole, ma soprattutto per proteggere efficacemente il loro organismo. Punto fondamentale per progredire efficacemente nel proprio programma di allenamento annuale! 

LA NOSTRA MARCA DA TRAIL- RUNNING

La marca running e trail di DECATHLON propone dei consigli utili per la pratica.

 

 

 

 

 

 

La bella stagione offre un vantaggio reale per la pratica del running. Il sole, il cielo blu, gli alberi fioriti aumentano la motivazione e il piacere di correre, qualunque siano gli obiettivi del corridore. Ma correre con il caldo richiede una grande prudenza, perché ogni sforzo fisico richiede un importante adattamento dell'organismo ai cambiamenti di temperatura. Il corridore deve seguire le proprie sensazioni e definire un programma di allenamento adatto alle proprie capacità fisiche e al calore esterno.

PERCHÉ, E COME PROTEGGERSI DAL CALDO IN PRIMAVERA E IN ESTATE?

Qualunque siano le condizioni climatiche, durante la corsa il corpo libera energia muscolare che aumenta la temperatura del corpo. Quando fa caldo, l’organismo possiede la capacità di adattarsi raffreddandosi tramite un processo fisiologico : la vasodilatazione dei vasi sanguigni e l'evaporazione del calore corporeo tramite la traspirazione. Questo processo di difesa indebolisce l'organismo che, con caldo eccessivo, attinge direttamente nelle riserve idriche e minerali del runner. Esempio: Un quarto d'ora di corsa a media velocità aumenta la temperatura corporea a 38,5 °. La ventilazione e la traspirazione corporea limitano il surriscaldamento dell'organismo, ma partendo da una temperatura esterna di 28 ° questo processo naturale non basta. Durante le sedute di running con tempo caldo, per limitare le perdite organiche e mantenere delle buone condizioni fisiche, e soprattutto senza scherzare con la propria salute, è importante seguire alcuni consigli:

1. PROTEGGERE IL CORPO DAL SOLE O COME MANTENERE LA TEMPERATURA CORPOREA

Pianificare gli allenamenti al mattino presto o alla sera In presenza di un caldo eccessivo, variare le ore di uscita in momenti più freschi. Privilegiare i luoghi d'ombra ed evitare l'asfalto che assorbe molto calore.   Ridurre la velocità di corsa Gli sforzi sostenuti aumentano il calore corporeo e ci si stanca prima. Il miglior indicatore di una buona seduta d'allenamento resta la capacità di recupero. Se ci si sente completamente esausti dopo una corsa, ridurre la velocità e la durata di corsa.   Bere sufficientemente per evitare la disidratazione Qualunque sia la temperatura esterna, il corridore deve bere regolarmente e non aspettare di avere sete. La sensazione di sete non è un buon indicatore, segnala l'inizio di una disidratazione. Con tempo caldo il corridore deve anticipare il bisogno idrico su un lungo periodo. Un'idratazione anticipata e sufficiente, permette di evitare diversi malesseri fisici, come crampi, distorsioni o strappi muscolari. Consiglio: Bisogna idratarsi alcune ore prima della corsa, bere piccoli sorsi d'acqua durante lo sforzo e a ogni pausa. Dopo lo sforzo, è importante bere delle bevande mineralizzate per recuperare i sali minerali perduti con la traspirazione.

2. PROTEGGERE L'ORGANISMO DAL CALDO O COME LIMITARE IL SURRISCALDAMENTO CORPOREO

Avere un buon equipaggiamento per correre con tempo caldo.

Gli indumenti da running primavera-estate sono specificatamente ideati per permettere al corpo di raffreddarsi a sufficienza durante la corsa. Indumenti realizzati con tagli molto ampi per facilitare uno scambio termico tra la pelle e la temperatura esterna. Gli indumenti tecnici da running evacuano efficacemente il calore corporeo e permettono un'ottima evacuazione della traspirazione.

Le scarpe da running limitano la traspirazione grazie ad un'ottima ventilazione e aerazione ottenuta tramite le maglie aerate sul dorso del piede (tomaia). Quando fa caldo, è indispensabile indossare delle calze tecniche, appositamente indicate per il running, sottili e traspiranti.

Proteggere la testa e gli occhi.

È il consiglio più elementare, non bisogna mai correre sotto il sole senza indossare un cappellino. La protezione della testa evita d'assorbire troppo calore proteggendosi dai raggi UV. In inverno, bisogna coprirsi per mantenere la temperatura ed evitare di prendere freddo. In estate è l'opposto, il cappellino permette di mantenere la temperatura e di evitare il surriscaldamento. Gli occhiali da sole sono indispensabili per proteggere gli occhi dai raggi UVB e UVA.

Proteggere la pelle con una crema solare resistente all'acqua.

La pelle del viso, delle braccia e delle gambe deve essere protetta dalle radiazioni solari con una crema a elevato indice di protezione e resistente all'acqua. Il corridore traspira e la crema resistente all'acqua lo protegge durante la corsa.

Bagnare regolarmente gli indumenti, la testa, le braccia e le gambe

Inumidendo gli indumenti e alcune parti del corpo durante la corsa, il corridore aumenta l'evacuazione del calore corporeo e permette un raffreddamento attivo dell’organismo.

 

Da sapere: Dopo gli allenamenti di gara con tempo caldo, migliorare la capacità di recupero lasciando che il corpo si raffreddi progressivamente. Bisogna bere abbondantemente, respirare profondamente, e aspettare di non traspirare più per fare la doccia.

 

Il running con tempo caldo: UN PIACERE UNICO DA PROTEGGERE!

INIZIO PAGINA