COME AVERE CURA DELL'ATTREZZATURA SUBACQUEA?

La subacquea richiede un’attrezzatura specifica per essere praticata in condizioni ottimali. E' quindi fondamentale averne cura per due motivi: aumentare la durata dei diversi elementi, ma anche garantire lo stesso livello di efficacia nel corso del tempo. Abbiamo messo a disposizione i nostri consigli e tutorial per sapere come prendersi cura dei diversi componenti, ma anche per scoprire gli accorgimenti da adottare dopo ogni uscita ed a fine stagione.

 

Come aver cura dell'attrezzatura subacquea | DECATHLON

Il GAV garantisce più funzioni. Favorisce l'aggancio della bombola alla schiena ma soprattutto la gestione dell'assetto sott’acqua.

Per avere cura del GAV occorre seguire alcune regole:

-Prestare attenzione ad ogni componente: corrugato, inflator, cinghioli, cerniere ed agganci. Bisogna sciacquarli bene con l'acqua dolce e non lasciare al suo interno residui di acqua salata.

-Al termine di ogni immersione, lascia il GAV immerso in acqua dolce e svuotalo usando lo scarico rapido presente in basso. Dopodiché, fai asciugare il GAV all’ombra e custodiscilo al riparo dal sole.

-È inoltre indispensabile far controllare il GAV ogni due anni da un tecnico certificato.

Per approfondire l’argomento, proponiamo due video esplicativi per avere cura del GAV sia al termine di ogni immersione sia a fine stagione, adottando i giusti accorgimenti.

MANUTENZIONE DOPO OGNI IMMERSIONE

Come aver cura dell'attrezzatura subacquea | DECATHLON

MANUTENZIONE A FINE STAGIONE

COME AVERE CURA DELL'EROGATORE

Nella subacquea, il ruolo dell’erogatore è indispensabile poiché grazie a questo strumento è possibile respirare l’aria presente nelle bombole. Trattandosi quindi di un elemento vitale sott’acqua, è necessario averne cura al fine di prevenire incidenti.

Per avere cura dell’erogatore subacqueo, al termine di ogni immersione, è bene richiudere il primo stadio per prevenire gli ingressi di acqua e quindi immergerlo per circa 5 minuti in una bacinella di acqua a cui si sarà aggiunta qualche goccia di disinfettante. Dopodiché, lasciar asciugare all’ombra in un luogo sufficientemente aerato. Importante: presta la massima attenzione a evitare colpi e urti a questo oggetto estremamente delicato.

A fine stagione, ci sono accorgimenti extra da adottare. Smonta le diverse fruste sfregando le estremità con uno spazzolino da denti. Per sostituire gli O-ring, togli quelli vecchi e pulisci le estremità con aceto di vino bianco; dopodiché, applica gli O-ring nuovi usando un po’ di grasso al silicone sul passo della vite. Infine, potrai rimontare le fruste e custodire l’erogatore in una borsa apposita evitando la formazione di nodi e attorcigliamenti; e non dimenticare di chiudere il tappo del primo stadio. Ogni 100 immersioni, consigliamo di rivolgersi a un tecnico autorizzato per una revisione completa dell’erogatore.

Per ottenere informazioni più dettagliate sulla cura dell’erogatore, mettiamo a disposizione un video esplicativo in cui mostriamo come avere cura dell’erogatore al termine di ogni tuffo e a fine stagione, e come provvedere alla revisione.

Come aver cura dell'attrezzatura subacquea | DECATHLON

COME PRENDERTI CURA DEL TUO COMPUTER DA IMMERSIONE

Un computer da immersione ti dà più autonomia nelle tue immersioni indicando i tuoi specifici parametri personali, il calcolo della decompressione, il momento in cui è necessario iniziare la tua risalita etc. Per la manutenzione del computer sarà necessario immergerlo per circa 5 minuti in acqua dolce per rimuovere il sale dopo ogni uscita in mare, premendo i vari pulsanti per liberarli da eventuali cristalli di sale. Una volta esaurita la batteria, la batteria deve essere sostituita da un professionista autorizzato. Per ulteriori informazioni, ti mostriamo un video tutorial che ti guiderà su come prenderti cura del tuo computer subacqueo.

Come aver cura dell'attrezzatura subacquea | DECATHLON

COME PRENDERSI CURA DEL PEDAGNO

Il pedagno è uno strumento essenziale per la sicurezza del subacqueo. Permette di indicare la sua posizione durante le fasi di immersione, specialmente quando i subacquei eseguono le soste di decompressione. Inoltre, in superficie, questo strumento ti permette di indicare la tua posizione alle barche che possono così evitarti o conoscere la tua posizione in caso di assistenza. La manutenzione di questo attrezzo è molto semplice, dopo ogni viaggio in mare deve essere risciacquato ed immerso in acqua dolce. Sciacquare e strofinare anche sulla superficie in maniera decisa per rimuovere eventuali residui e sabbia. Dopo questa operazione di pulizia, scaricare e asciugare il paracadute su un supporto posizionando la valvola verso il basso. Questa operazione deve essere eseguita lontano dal sole e in un luogo ventilato. Per ulteriori informazioni, ti forniamo un tutorial video in modo che le nostre spiegazioni siano più chiare.

 

 

Come aver cura dell'attrezzatura subacquea | DECATHLON

COME PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA FOTOCAMERA

Una fotocamera subacquea ha le stesse funzionalità di una classica macchina fotografica terrestre, tranne che può andare sott'acqua e consente di immortalare i tuoi momenti migliori in immersione,  gli incontri con animali selvatici o le bellezze dell'ambiente marino. Anche la fotocamera (custodita nello scafandro o la fotocamera compatta waterproof adatta alle immersioni) deve essere immersa in acqua dolce per circa 5 minuti premendo i vari pulsanti di esso. Dopo ogni stagione, è importante lubrificare i vari o ring e guanizioni.

 

 

COME PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA TORCIA

La torcia è lo strumento fondamentale per ogni subacqueo. Viene utilizzata per illuminare le zone più buie o in caso di mancanza di visibilità. Per mantenere sempre funzionante e nuova la tua torcia immergila per circa 5 minuti in acqua dolce e lasciala asciugare (non al sole); quando sarà asciutta proteggila in un luogo riparato. Per ulteriori informazioni, ti forniamo un tutorial video che spiega le azioni giuste da adottare con la propria torcia da immersione.

 

 

Come aver cura dell'attrezzatura subacquea | DECATHLON

COME PRENDERSI CURA DELLA MUTA

Nell' immersione, il ruolo di una muta è di mantenere il calore in modo da poter praticare l'immersione in comfort senza subire il freddo. Dopo ogni uscita in mare la muta deve essere sciacquata e immersa nell'acqua dolce, con l'obiettivo di eliminare il sale sia all'interno che all'esterno, non tralascaindo le cerniere dove potrebbero accumularsi maggiormanete i cristalli di sale. In seguito sarà lasciata ad asciugare su un appendiabiti, facendo attenzione a non esporla eccessivamente al sole: una lunga esposizione al sole danneggerebbe il neoprene.