SPORT E ALLATTAMENTO, non sono incompatibili!

Le notti sono brevi e, come le giornate, sono scandite dalla fame del tuo bebè, che reclama il suo pasto. Nel periodo dell’allattamento, dimostrando un po’ di organizzazione, nulla ti impedirà di praticare un’attività sportiva. Ci sono, però, alcuni consigli che è sempre bene conoscere.

 

Sport e allattamento, non sono incompatibili! | DECATHLON

Innanzitutto, devi sapere  che nel periodo dell’allattamento non ci sono controindicazioni alla camminata, al running, al nuoto o alla bici (e così via). In compenso, però, dovrai dar prova di una certa organizzazione... “Dopo una poppata, a seconda dei ritmi del bambino, nulla impedisce alla mamma di andare a prendere una boccata d’aria per due ore o di fare una nuotata in piscina. -sottolinea Ludivine Boca, ostetrica- Bisogna ovviamente organizzarsi e non iniziare poco prima della prossima poppata”.

Sport e allattamento, non sono incompatibili! | DECATHLON

REGGISENO SPORTIVO, COMPAGNO INSOSTITUIBILE

Se sei una runner, o hai ripreso un’attività che comporta movimenti, salti e vibrazioni del corpo – come pallaovolo, tennis, equitazione o fitness –, sostieni il seno nel modo giusto! “La neomamma dovrà indossare un buon reggiseno sportivo che sosterrà il seno più voluminoso, avvolgendolo”, sottolinea Ludivine Boca. “Infine, non è raro che si manifestino fuoriuscite di latte tra una poppata e l’altra: per evitare piccoli inconvenienti, sono disponibili dei cuscinetti ultra-assorbenti da infilare nel reggiseno che ti permetteranno di fare sport senza problemi”.

Sport e allattamento, non sono incompatibili! | DECATHLON