PROTEZIONE TOTALE: COME PROTEGGERE LA TESTA NEL MODO GIUSTO?

In skate, roller o monopattino: bisogna sempre essere ben protetti. Seguono i nostri consigli per tenere la testa sulle spalle.

OVVIAMENTE, LA TESTA

In skate, roller o monopattino, non ci sono segreti: per proteggere la testa, il casco è obbligatorio. Trattandosi in questo caso della protezione principale, è importante sceglierla valutando bene tutti gli aspetti.

Prima di tutto bisogna considerare il modello, che deve corrispondere allo sport: skate, roller o monopattino. L’equipaggiamento infatti cambia in base all’uso: per passeggiate, escursioni e uscite quotidiane, il modello velocità (usato dai ciclisti) è il più indicato. Leggero e aerato per limitare la sudorazione, è ideale per corse e lunghe uscite.

Se sei più orientato verso trick e acrobazie aeree, preferisci il modello Street o rampa. La forma a scodella protegge nuca e cervicali, spesso esposte in caso di caduta; mentre gli appassionati delle discese sceglieranno il casco integrale (simile a quello dei motociclisti), con o senza visiera. Solido e aerodinamico, protegge la testa e i record.

Una volta scelto il modello, dovrai tassativamente provarlo per assicurarti che sposi le forme della testa. Misura il girotesta e una volta indossato il casco assicurati che non ci siano gioco o punti di pressione.

Restano quindi da regolare i cinghioli al collo e, in certi casi, la rotella posteriore. Ancora una volta, la sicurezza deve far rima con comfort.

Casco roller

SANI DI CORPO E DI MENTE

Proteggere la testa vuol dire proteggere il proprio benessere. Stress, paura e stanchezza: non dimenticare gli aspetti psicologici dello sport, a livello amatoriale o agonistico.

Prima di tutto, evita il mal di testa e gestisci la fatica. In questo modo, migliorerai senza correre pericoli. Per evitare la spossatezza, bevi regolarmente, mangia e fai delle pause per favorire il recupero.

 

Non avrai più la testa altrove. Una buona concentrazione ti aiuterà a valutare meglio i rischi e quindi a ridurli al minimo. Ricorda le basi (e i consigli): studia il percorso e gli ostacoli da superare senza sopravvalutare le tue capacità.

 

Tieni alta la motivazione. Ascolta musica e canta una canzone tra te e te per darti il ritmo (senza distrarti troppo); Per divertirti, fai uscite in due, in gruppo o in famiglia o con gli amici; e mantieni il sangue freddo per non scoraggiarti dopo il primo tentativo fallito.

RACCOMANDIAMO I NOSTRI CONSIGLI URBAN-MOBILITY

INIZIO PAGINA