5 CONSIGLI PER RECUPERARE DOPO LA CAMMINATA

Se si parla di riposo del guerriero, perché non parlare di quello del camminatore? Per continuare a godere dei benefici della camminata sportiva, non devi trascurare il recupero.

Ovviamente, non ti chiediamo di seguire il programma drastico di un atleta di alto livello! Seguendo questi consigli, ricaricherai le batterie nel modo giusto per il prossimo allenamento

BERE A SUFFICIENZA

Spesso, non si beve abbastanza prima o durante la camminata sportiva. Indipendentemente da quanta cura abbiamo, l’apporto di acqua non è sufficiente a controbilanciare le perdite durante lo sforzo fisico. Per questo motivo, dopo la camminata, è essenziale idratarsi molto e in modo regolare.

Una volta tornato a casa, potrai per esempio aprire una bottiglia di acqua grande, nuova, per finirla entro la giornata.

FARE STRETCHING

Se la camminata sportiva ha richiesto uno sforzo contenuto, fai stretching appena termini l’allenamento. Altrimenti, è meglio aspettare qualche ora oppure il giorno dopo per favorire un recupero migliore.

In pratica, dovrai dare ai muscoli il segnale di decontrarsi e mettersi a riposo per favorire una transizione graduale. Lo stretching offrirà un recupero fisico e mentale grazie al defaticamento generale.

MANGIARE A SUFFICIENZA

Lo sforzo fisico legato alla camminata ha consumato le riserve di energia ed è fondamentale recuperarle. Per iniziare, dopo l’allenamento, puoi bere una bevanda molto zuccherosa per ricaricare le riserve di zuccheri alle gambe e al fegato.

Nel pasto successivo all’attività, l’ideale è mangiare un piatto alcalino, dall’effetto «antiacido», per compensare l’acidità di muscoli e tendini generata dallo sforzo. Nel menu: minestra in brodo e composta di frutta! Infine, se hai sudato troppo, aggiungi un po’ di sale per aiutare l’organismo a recuperare.

DORMIRE E RIPOSARSI

La notte porta consiglio, anche per migliorare le performance della prossima camminata! Prediligi una serata davanti alla TV a una festa alcolica dopo una camminata a un ritmo sostenuto per tre ore.

Di notte, il corpo lavora attivamente per aiutarci a recuperare da uno sforzo intenso, soprattutto producendo ormoni specifici (ormone della crescita, testosterone, etc). Sarebbe un peccato privarsene!

RILASCIARE LE TENSIONI

Coccolare il corpo, va bene; prendersi cura della mente, anche. Non insegniamo nulla: la mente contribuisce in larga misura alle performance sportive.

Se vuoi conservare un’attitudine positiva da un allenamento all’altro, impara a distenderti dopo lo sforzo. Per aiutarti a recuperare psicologicamente, respira profondamente e non esitare a eseguire esercizi di rilassamento.

INIZIO PAGINA