COME SCEGLIERE LA WAX PER LA TAVOLA DA SURF        

           

 

 

 

 

 

 

 

LA NOSTRA MARCA DEGLI SPORT ACQUATICI

La marca Decathlon degli sport acquatici vi propone i consigli utili per la vostra pratica sportiva 

 

 

 

 

 

Planare sull’acqua, sì, ma non sulla tavola!

Tutti i surfisti lo sanno: passare la wax sulla tavola da surf è essenziale per un’aderenza ottima.

Eppure, alcuni praticanti tralasciano questa tappa facendo tutta la differenza. Scopri come passare la wax sul surf e, a monte, come scegliere la wax!

 

 

 

SCEGLIERE LA WAX IN BASE ALLA TEMPERATURA DELL’ACQUA

Si consiglia di scegliere una wax in base alla durezza. La texture deve essere adatta alle condizioni in cui fai surf. Più la temperatura dell’acqua dello spot è elevata, più la wax del surf deve essere dura per mantenere un’ottima aderenza alla tavola.

VADO IN SURF IN ACQUE FREDDE

Fai surf in acque comprese tra 10 e 17 °C? Usa la wax morbida per acque fredde che permette di mantenere l’aderenza ai piedi e alle mani.

VADO IN SURF IN ACQUE CALDE

Fai surf in acque comprese tra 18 e 25 °C? Prediligi la wax in acque calde, particolarmente adatta a queste condizioni.

VADO IN SURF IN ACQUE TROPICALI

Fai surf in acque a più di 25 °C? La wax non deve sciogliersi durante l’uscita! Applica la wax per surf in acque tropicali, bella dura.

COME SI APPLICA LA WAX SULLA TAVOLA DA SURF

Lo scopo della wax è di creare una zona antiscivolo ai principali punti di contatto tra te e la tavola.

Per riuscire a ottenere una superficie ruvida, la scelta della wax è essenziale, e anche il modo di applicarla!

 

DUE STRATI DI WAX, SEMPRE

A contatto con l’acqua e la muta, la wax si usura e si sfalda. Per limitare questa erosione, è importante preparare correttamente la tavola applicando prima un substrato aderente: il base coat. Più sarà dura, più a lungo l’aderenza resisterà nel tempo: metti in conto di dover usare da 80 a 100 g di wax surf base coat per realizzare questo strato inferiore.

Il secondo strato di wax si applica ogni volta, prima di entrare in acqua con il surf. Scegli bene il panetto di wax in base alla temperatura dell’acqua in cui fai surf. Sarà sufficiente sfregare il panetto finché lo strato «top coat» non sarà di 1 mm di spessore.

TRE MOSSE PER CREARE UNO STRATO ANTISCIVOLO CON LA WAX

È meglio lasciare tracce spaziate per creare una maglia e far comparire piccoli cumuli e rilievi di cera. Applica il base coat e quindi il top coat eseguendo movimenti incrociati. A SCELTA

- a croce: in senso diagonale e quindi perpendicolare;

- in linea: in senso orizzontale (lunghezza) e verticale (larghezza);

- a cerchio: eseguendo movimenti circolari.

 

ZONE WAX DA PRIVILEGIARE

Per eseguire il take-off, rafforza lo strato della wax sui rail e sulla parte anteriore della tavola.

Non dimenticare i punti più critici: sotto i glutei quando sarai seduto sul line-up e all’altezza del busto quando eseguirai la bracciata. Per rimanere in equilibrio quando sarai sull’onda, allarga bene la zona della wax nel punto in cui posizioni i piedi.

 

 

PROTEGGERE LA WAX DAL CALDO

Quando la wax si scioglie sotto l’effetto del sole, la texture si modifica e l’aderenza peggiora.
Proteggere la wax dal calore conservandola in una confezione apposita.

 

 

CUSTODIRE LA TAVOLA IN UN FODERO DA SURF

Inoltre, tieni sempre la tavola all’ombra in un luogo aerato affinché la wax non si sciolga. Al termine dell’uscita, i surfisti appoggiano in genere la tavola al rovescio (lato wax rivolto al sole) e sul fodero del surf affinché non si incolli la sabbia. Una buona abitudine da copiare!

Stessa precauzione per custodire i sedili auto durante il trasporto sullo spot: custodisci il surf in un fodero apposito.

 

 

INIZIO PAGINA