COME SCEGLIERE LA LUCE PER LA BICI ?

Le luci della bici, un elemento fondamentale per garantire la sicurezza del ciclista. Negli ultimi anni, con l'arrivo del LED e il miglioramento delle batteria, questo accessorio si è evoluto molto. Resta da scegliere il tipo di luce più adatto a te.

Scopri i nostri prodotti

La scelta della luce va fatta in funzione di 4 criteri: il tipo di luce, la modalità di illuminazione, il tipo di alimentazione e la potenza della luce.

TIPO DI LUCE

Una luce posteriore si distingue da una luce anteriore per un semplice motivo: queste due luci non sono fatte per adempiere agli stessi compiti.

LUCI POSTERIORI

Le luci posteriori (rosse) servono per essere più visibili agli altri utenti della strada che arrivano alle spalle del ciclista.

LUCI ANTERIORI

Le luci anteriori (bianche) servono da un lato per illuminare la strada e dall'altro per segnalare la propria presenza agli automobilisti che arrivano da davanti. Alcune luci si possono fissare sul casco. Scegli però di raddoppiare questa soluzione con una luce da fissare sul manubrio della bici, per avere un'illuminazione permanente ed efficace della strada.

LUCE ANTERIORE E/O POSTERIORE

Le luci bicolore (o luci 2 in 1: anteriore/posteriore), per assicurarsi con una sola luce di avere a disposizione entrambe le funzioni, a seconda della necessità. Il ciclista può scegliere tra luce bianca o rossa in funzione delle sue necessità.

I kit luci, per avere a disposizione 2 luci ed entrambe le funzioni.

MODALITÀ DI ILLUMINAZIONE

Alcune luci hanno modalità fissa o modalità fissa e lampeggiante.

MODALITÀ FISSA

La modalità fissa ha il vantaggio di assicurare una luce continua e permette quindi di vedere la strada (di più o di meno, a seconda della potenza). Svantaggio: questo tipo di luce attira un po' meno l'attenzione degli altri utenti della strada.

MODALITÀ LAMPEGGIANTE

La modalità lampeggiante (davanti o dietro) permette di essere visti bene dagli altri utenti della strada, ma non permette di vedere. Il vantaggio della luce lampeggiante: l'autonomia è più lunga rispetto a quella di una luce fissa.

TIPO DI ALIMENTAZIONE

La scelta del tipo di alimentazione dipende in larga parte dalla frequenza d'uso.

BATTERIA

Le luci a batteria sono perfettamente adatte per i tragitti molto regolari, anche quotidiani. Alcune si caricano con usb: pratiche da caricare a casa o in ufficio.

PILE

Semplici da usare, le luci a pile sono però da riservare ai tragitti meno regolari. Oltre all'autonomia limitata, l'impatto sull'ambiente rimane discutibile. Per limitare questo impatto usa le pile ricaricabili!

POTENZA DELLA LUCE

La scelta della potenza della luce deve essere fatta in funzione dell'ambiente in cui pratica il ciclista.

VALUTAZIONE B’VISIBLE

In B’TWIN, la potenza della luce si traduce nella distanza a cui sei visibile e nella distanza alla quale illumini.

Questa capacità di essere visti si traduce a sua volta in una scala da 1 a 10: è la valutazione B’VISIBLE, che proviene da test protocollati. Una valutazione pari a 5 indica una capacità di essere visti a 100m (superiore alla distanza di arresto di un automobilista in città).

La valutazione di 10 indica una visibilità a 1500 m.

Hervé

Esperto ciclismo Decathlon

Per confrontare le luci, vengono usati spesso i termini “lux” e “lumen”. Qual è la differenza?

Il lumen misura la potenza luminosa totale, mentre il lux misura l'intensità della luce. Quindi, il lux considera l'area illuminata.

Un lux = un lumen per metro quadrato.

INIZIO PAGINA