Bici da corsa: come scegliere le tue ruote?

BICI DA CORSA: COME SCEGLIERE LE TUE RUOTE?

Spesso si dice che le ruote, insieme al telaio, siano le parti più importanti di una bici. È importante scegliere le ruote in base al tipo di percorsi abitualmente svolti e al proprio livello di pratica. Scopri i nostri consigli per equipaggiare la tua bici con le ruote ideali per la tua pratica.

20 ANNI FA, SCEGLIERE UNA COPPIA DI RUOTE DA BICI DA STRADA ERA PIUTTOSTO SEMPLICE. OGGI UN PO' PIÙ COMPLESSO.

Le variabili sono tante, in base al mozzo, al cerchio, al numero di fori per la raggiatura (36 in genere, 32 per ruote un po' più leggere e 28 per ruote speciali).

Oggi sono numerosissime le ruote già assemblate presenti sul mercato, ciascuna con le sue specificità.

Ruote basse, cerchi ad alto e altissimo profilo, in alluminio, in carbonio... La scelta è diventata difficile. Meglio conoscere il tipo di pratica che vuoi fare se vuoi esser certo della una buona scelta. 

Che tu voglia utilizzare queste ruote in montagna, per le corse a cronometro, o per un uso più polivalente, la scelta non potrà essere la stessa.

number 1

TUBOLARI O COPERTONCINI?

Da questa decisione dipenderà la scelta delle ruote, perché non tutte le ruote sono disponibili per entrambi i sistemi.

Dal punto di vista prestazionale, sembra superato il tempo in cui il tubolare soppiantava il copertoncino. Oggi il rendimento è molto simile, a volte persino a favore del copertone. I due tipi di sistemi offrono dei vantaggi e inconvenienti, ma in caso di foratura, la riparazione di un pneumatico è largamente più pratica che quella di un tubolare.

Attenzione al tuo peso: se pesi più di 80 kg, verifica che non esista limite di peso per l'utilizzo delle ruote leggere che stai prendendo in considerazione. È raro, ma a volte succede che il produttore impone un limite di peso per alcuni modelli di ruote molto leggere.

number 2

TIPI DI RUOTE

RUOTE D'ALLENAMENTO

Per l'allenamento si possono di certo prediligere delle coppie di ruote più "da battaglia". Probabilmente meglio andare su ruote con copertoncini, per facilitare la riparazione in seguito alle forature che spesso accompagnano i nostri allenamenti su strade "sporche" e trafficate. 

Dipende anche dai percorsi che frequenti abitualmente nei tuoi allenamenti quotidiani. Generalmente è meglio prediligere la solidità alla leggerezza, optando così per soluzioni anche più economiche. 

L'ideale sarebbe quello di avere due coppie di ruote: una coppia di ruote più "robuste" per l'allenamento quotidiano e una coppia di ruote leggere e più performanti per le occasioni... "speciali"! Se il budget però non lo consente, occorre cercare un buon compromesso tra le due.

RUOTE PER LE SALITE

Il peso in questo caso è il fattore discriminante. Preferibile un cerchio basso, meno di 25 mm. Sicuramente, con un buon budget, sarebbe meglio andare su ruote in carbonio. Ma per usare questo tipo di ruote avrai bisogno anche di pattini freno specifici e lafrenata, in particolare in caso di pioggia, è meno performante rispetto ai cerchi in alluminio.

Ma le ruote in alluminio non sono da scartare, in particolare da quando Mavic ha presentato le sue R-Sys SLR C con peso pari a 1295 gr la coppia, contro i 1185 gr delle Cosmic Carbon Ultimate che costano 1000€ in più.

Da notare che l'enorme leggerezza delle ruote è sicuramente un vantaggio in salita, ma può essere più penalizzante in pianura poiché possiedono meno inerzia. Devi quindi ben studiare il rapporto pianura/salita dei tuoi abituali percorsi per capire quali ruote preferire.

Maggiore infine è la leggerezza, spesso purtroppo minore è la solidità, per cui alcune ruote molto leggere vanno utilizzate solo su fondi stradali non sconnessi e non in presenza di buche.

RUOTE DA CRONOMETRO

Questa è la disciplina in cui la scelta delle ruote è cruciale. È in questo settore che troviamo ruote con i cerchi più alti. 50, 75 o anche 90mm di altezza... fino ad arrivare a ruote completamente piene.

Ma la scelta non è così semplice. Il tempo metereologico, e in particolare la forza e la direzione del vento, avranno la loro importanza nella scelta.

Le ruote alte sono più aerodinamiche, ma molto sensibili al vento laterale. Le forti raffiche possono facilmente destabilizzare la guida di una bici con ruote ad alto profilo.

Idem per le ruote piene che si comportano come vele, permettendo di essere spinte dal vento.

RUOTE PER LA PIANURA E PER IL VALLONATO

Se pedali spesso su percorsi abbastanza ondulati, dovrai scegliere selle ruote polivalenti. Buone ovunque, senza essere specifiche per pochi settori.

Con un'altezza del cerchio da 30 a 50 mm, queste ruote sono aerodinamiche senza essere troppo leggere, per consentire di mantenere un'alta velocità più facilmente grazie all'inerzia. Il numero di raggi deve essere il minimo possibile perché ogni raggio offre una superficie che si oppone all'aria.

Mentre in salita perderai un po' di tempo (ma tutto è relativo!), sui tratti di pianura o vallonati e in discesa ti godrai i vantaggi dell'inerzia prodotta da ruote un po' più pesanti.

Tra queste ruote, troviamo le Ksyrium Elite che pesano comunque solo 1550 gr, in commercio ad un prezzo ragionevole.

INIZIO PAGINA