COME SCEGLIERE UN TAPPETINO YOGA

Ci sono molti tipi di yoga, ciascuno con le sue caratteristiche ed esigenze specifiche. Segui i nostri consigli per la scelta del nostro tappetino.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il tappetino yoga viene scelto in base al tipo di yoga si pratica. Per fare questo, due criteri possono illuminarvi: il comfort d'utilizzo e l'aderenza.

COMFORT D'UTILIZZO

In base al tipo di yoga che si pratica, dolce o dinamico, sarà necessario uno spessore del tappetino diverso. Lo yoga dolce come Hatha Yoga, Yin Yoga, Yoga Restorative o prenatale, si basa su posture mantenute per lungo tempo a terra, richiedendo così un maggiore comfort. In questo caso, si preferisce uno tappetino spesso di circa 5 a 8 millimetri, che consenta di proteggere le articolazioni.

L'ADERENZA

Per lo yoga dinamico, come Ashtanga, Vinyasa, o lo yoga Bikram/Hot yoga, in cui un sacco di pose richiedono equilibrio in piedi, sono necessarie prima di tutto stabilità ed aderenza, per non scivolare durante posizioni impegnative. L'ideale è quindi un tappetino piuttosto sottile, tra 1 e 5 mm. È inoltre possibile aggiungere un tappetino di gomma pura molto fine per la massima aderenza, soprattutto per le posizioni di sostegno come il cane e a testa in giù.

KATRIEN

La vostra esperta yoga

Se si fa yoga fuori casa, scegliere un tappetino che può essere facilmente trasportato con una cinghia di trasporto. Si può pensare anche alla sacca porta tappetino yoga, un buon modo per trasportarlo con voi.

Infine, lo yoga è praticato a piedi nudi, per questo è meglio avere il proprio tappetino e pulirlo regolarmente con acqua e oli essenziali.

INIZIO PAGINA