COME SCEGLIERE LA TENUTA DA VELA CABINATA

Per combattere freddo, caldo, vento e umidità, l’abbigliamento per la vela cabinata deve essere scelto con cura nel rispetto di diversi criteri.

LA NOSTRA MARCA

La marca Decathlon della vela vi propone i consigli utili per la vostra pratica sportiva (vela cabinata, deriva, catamarano, windsurf, …)

La scelta della tenuta per la vela cabinata si effettua sulla base del sistema a triplo strato utilizzato in funzione delle condizioni climatiche, della stagione e della frequenza di pratica. Il principio a “3 strati” consiste nell’indossare più strati di abbigliamento per una navigazione in tutta comodità e per scoprirsi a piacimento.

IL PRIMO STRATO (O STRATO 1) :

A contatto con la pelle, il primo strato (o strato di trasferimento) serve a trattenere il calore corporeo e a mantenere la pelle asciutta attraverso l’evacuazione del sudore. Un aspetto tutt’altro che insignificante! Il sudore non evacuato genera umidità e quindi una fastidiosa sensazione di freddo. Indipendentemente dal tempo caldo o freddo, è indispensabile equipaggiarsi per questo primo strato con indumenti tecnici in fibre che trattengono molto bene il calore offrendo grande traspirabilità e grande libertà di movimento. Con tempo soleggiato, privilegia indumenti leggeri realizzati con tessuti anti-UV: ti proteggeranno dai raggi solari (polo, marinara, pantaloncini o bermuda da vela...).

LO STRATO INTERMEDIO (O STRATO 2) :

Questo secondo strato deve permettere all'organismo di mantenere la giusta temperatura, favorendo sempre l'evacuazione di sudore e umidità. Si compone di softshell e pile idrorepellenti, adatti all’intensità del freddo e del vento, a garanzia dell’equilibrio termico dell’organismo.

– pile: leggero, garantisce un elevato isolamento termico pur facilitando l’evacuazione del sudore.  Tempo variabile? Il pile idrorepellente è dotato di una membrana che ripara anche dal vento e lascia scivolare via le gocce!

– giacca Softshell: isolante e idrorepellente, protegge da una pioggia leggera. Il componente antivento permette di indossarla come strato esterno (o strato 3) quando il tempo lo permette.

Tuttavia, una volta inumidita (pioggia, spruzzi), asciuga molto lentamente.

Consiglio per la navigazione:  dimentica gli indumenti in cotone: noti per le proprietà di assorbimento del sudore, trattengono umidità. Lo stesso vale per gli indumenti in lana che, una volta bagnati, asciugano molto lentamente.

LO STRATO ESTERNO (O STRATO 3) :

Il terzo e ultimo strato si compone del duo: giacca da vela (spray top, giubbotto o cerata) e salopette impermeabile. Assicurati che quest'ultima sia impermeabile e traspirante affinché ti protegga al meglio dall’umidità esterna e interna.

La scelta della giacca si effettuerà in funzione delle condizioni meteo e della pratica:

- Per una pratica piuttosto occasionale e amatoriale della vela o con tempo favorevole, puoi adottare una giacca cerata con un indice di impermeabilità minore (da 2 a 4 ore).

- Per una pratica sportiva in alto mare devi avere una giacca dotata di un alto indice d’impermeabilità e di traspirabilità, nonché di un cappuccio tecnico pluriregolabile. Anche la presenza di rinforzi resistenti all’abrasione all’altezza di glutei e ginocchia è essenziale.

La salopette impermeabile è un altro indumento indispensabile durante la navigazione in presenza di condizioni avverse o estreme. Ti proteggerà perfettamente dall'umidità offrendo una grande ampiezza di movimenti.

QUALCHE CONSIGLIO IN PIÙ:

In condizioni estreme, il corpo perde più calore! Completa il sistema a triplo strato con piccole protezioni modulabili ma indispensabili. A questo scopo, puoi equipaggiarti di:

- guanti da vela, che proteggeranno le mani dallo sfregamento delle corde e dal freddo. D’estate, con tempo soleggiato, scegli dei mezziguanti. D’inverno, con tempo fresco e piovoso opta per guanti in neoprene;

- cappellino e occhiali da sole con tempo soleggiato, per la protezione solare a bordo;

- berretto idrorepellente con tempo freddo e piovoso, per navigare al caldo. Infatti, dalla testa è possibile disperdere fino al 50% del calore corporeo;

- scarpe o stivali da vela adatti contribuiscono a mantenere i piedi all’asciutto offrendo inoltre ottima aderenza per assicurare gli spostamenti sul ponte della barca proteggendoti anche dall'eventuale caduta di oggetti sul piede.

Cécile

Venditrice, specialista degli sport nautici

Dimentica gli indumenti in lana o cotone, noti per le proprietà di assorbimento del sudore e quindi la capacità di trattenere l’umidità!

 

INIZIO PAGINA